patologie

Problematiche

Esperienze fobiche, ossessive e compulsive

Le fobie, le ossessioni e le compulsioni (pur con modalità estremamente differenti) rappresentano una serie difficoltà dell’organismo del soggetto ad entrare in contatto nutriente con l’ambiente circostante, nonostante ne abbia desiderio e intenzionalità. Le gravità di tali disturbi e i livelli di sofferenza esperiti dal soggetto sono connessi con la parziale o totale compromissione della vita relazionale, professionale e sociale.

Nello stile relazionale fobico la/il paziente si sente costretto ad evitare il contatto con determinati oggetti (animati o inanimati) o con precise condizioni ambientali (spazi ampi o spazi ristretti) per non avvertire sensazioni sgradevoli e insopportabili.

Le Ossessioni sono pensieri, impulsi o immagini a carattere invasivo e ripetitivo che si presentano alla mente non voluti, irrazionali e incontrollabili da parte dell’individuo.

Le azioni compulsive sono azioni, che possono avere varie frequenze, che il paziente si sente costretto a compiere sotto la spinta di un’irresistibile coazione interna per placare l’eccessiva tensione.

Il lavoro terapeutico con questi stili relazionali è improntato al sostegno della/del paziente affinché possa:

  • collocare la propria richiesta d’aiuto all’interno del ciclo vitale personale o familiare,
  • collocare nello spazio-tempo il sintomo allo scopo di contestualizzarlo all’interno delle situazioni di tensione esperite durante la giornata,
  • aumentare la propria consapevolezza corporea e dell’energia attivata nel corpo.

Articoli più letti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione