SINAPSI DI CARTA è un collage! E' una raccolta di lavori di grafica, realizzati da me, per raccogliere idee e connetterle: connessioni, suggestioni, legami tra Psicologia, Letteratura, Fisica Sociale e carta stampata.

Le Sinapsi di Carta rappresentano nodi di una rete in cui si declina tutto il lavoro psicologico: nella sua veste clinica di supporto a chi è portatore di sofferenze psichiche, nella sua veste sociale e in quella di ricerca e comunicazione delle trasformazioni che investono la società le comunità.

01 PaperArt Black2

"[...] ascoltando il sindaco e i suoi giovani consiglieri, ho capito che c'è una barriera tra loro e noi: concepiamo il mondo in maniera diversa. Finché non saremo entrati nel loro universo, ci sarà difficile capirli e capire il problema che ci ha portato qui. Questo vale per i nostri rapporti con tutti gli abitanti di Pigui.
Il volto del commissario si illuminò di un largo sorriso, cosa inusuale: - Sai che mi hai appena detto esattamente quello che mi ha detto Jérome?
- Ah sì?
- Si, Sosso, esattamente. Ecco quindi due punti su cui siamo d'accordo. Mi sono svegliato presto, stamattina, e non ho mai smesso di rifletterci. Sembra ovvia, una tale procedura. L'ho imparata, l'ho insegnata e tuttavia qui non me ne sono ricordato. Perché? Tu sai perché, Sosso?
- No, appunto, capo.
- Bene, è perché, senza rendermene conto, la disprezzavo, questa gente. Mi sono formato alla scuola occidentale, che mi ha insegnato la razionalità, il cartesianismo. Tutto ciò che prescinde da questo modo di pensare non era degno di interesse. Quelli con cui abbiamo a che fare qui non appartengono al nostro universo e non osiamo confessare che li consideriamo, dal punto di vista del pensiero come primitivi. Allora li disprezziamo. Non mi sentivo bene questa mattina perché ho realizzato questa verità. Vedi, le cose non sono così semplici e noi stessi, imbevuti della nostra scienza, non sappiamo chi siamo. Non si tratta, infatti di far finta di capirli, ma di ammettere che hanno il diritto di avere il proprio universo."

Moussa Konaté
"L'ombra della volpe"

 

Emilio Isgrò. Pittore e poeta – ma anche romanziere, drammaturgo e regista, (Barcellona Pozzo di Gotto, 1937) è uno dei nomi dell’arte italiana più conosciuti e prestigiosi a livello internazionale. Isgrò ha dato vita a un’opera tra le più rivoluzionarie e originali nell’ambito delle cosiddette seconde Avanguardie degli anni Sessanta. Con le sue "cancellature" esalta la forza della parola, mai tanto eloquente come nel momento in cui è costretta al silenzio. La parola scritta sembra premere contro la cancellatura per trasformarsi in idea o immagine. Cancellare, in fondo, significa scegliere, fare tesoro di ciò che resta, esaltarlo e nello stesso tempo affermare un nuovo significato da attribuire alle cose.

www.emilioisgro.info


02 PaperArt Singularity

"[...] L'evoluzione aumenta l'ordine, che può o meno aumentare la complessità (in genere lo fa). Uno dei motivi principali per cui l'evoluzione (delle forme di vita come della tecnologia) accelera è che si costruisce sul suo stesso ordine crescente, con mezzi sempre più sofisticati per conservare e manipolare le informazioni. Le innovazioni create dall'evoluzione favoriscono e consentono un'evoluzione più veloce. Nel caso dell'evoluzione delle forme di vita, l'esempio più notevole è il DNA, che consente di trascrivere, conservare e proteggere un progetto biologico da cui lanciare ulteriori sperimentazioni."

Ray Kurzweil
"La singolarità è vicina"

 

Internet ha cambiato il mondo. Ormai è banale dirlo, ma è una rivoluzione iniziata cinquant’anni fa, esatti. Tra i tanti fenomeni epocali della storia umana, di questo conosciamo persino il minuto preciso in cui è iniziato: alle 22.30 del 29 ottobre 1969. In quell’istante è stato inviato il primo messaggio tra un computer e un altro, utilizzando la rete Arpanet. A sovrintendere quel momento storico è stato Leonard Kleinrock. È grazie alla sua teoria matematica della commutazione a pacchetti che è stato possibile connettere in modo remoto due macchine. Prima un calcolatore all’University of California (Ucla) e uno allo Stanford Research Institute, poi a collegarsi è stato il mondo intero.

www.wired.it/internet/web/2019/10/29/internet-leonard-kleinrock

Altri contributi psicologici sulle nuove tecnologie e le relazioni sociali cliccando QUI!


03 PaperArt Addio 

Con un'ampia prospettiva culturale e storica, il libro "Animal Internet: Nature and the Digital Revolution" esamina i legami umani con gli animali (dagli animali domestici alla crescente popolarità del birdwatching passando per le immagini di gattini sul Web). I millenni di esplorazione presto si ridurranno a sperimentare la natura selvaggia tramite smartphone e post su Instagram? Contrariamente alle paure pessimistiche, l'autore Alexander Pschera vede Internet come un'opportunità storica per un nuovo dialogo tra uomo e natura.

Addio, e grazie per tutto il pesce (So long, and thanks for all the fish) è il quarto libro della "Guida galattica per gli autostoppisti - trilogia in cinque parti" scritta da Douglas Adams.
Il titolo è il messaggio lasciato dai delfini al loro abbandono del pianeta Terra, poco prima che questo venisse demolito per costruire una superstrada spaziale.
"Per esempio, sul pianeta Terra, l'uomo ha sempre pensato di essere la specie più intelligente del pianeta, quando invece era la terza. Secondi, in ordine di intelligenza, i delfini, i quali, alquanto singolarmente, erano a conoscenza da tempo dell'imminente distruzione del pianeta Terra. Avevano tentato più volte di avvertire l'umanità del pericolo, ma i loro segnali venivano interpretati come simpatici tentativi di colpire il pallone, o fischi per ottenere succulenti bocconcini. Così, alla fine, decisero di lasciare la Terra coi loro mezzi. L'ultimo messaggio in assoluto venne interpretato come un incredibilmente sofisticato tentativo di doppio salto mortale rovesciato nel cerchio fischiando l'inno americano. Ma in realtà il messaggio era questo: "Addio e grazie per tutto il pesce".

Ambiente e natura hanno un effetto diretto sul benessere psicologico dell'uomo: https://www.psicologococo.it/articoli/arte-e-psiche/5-consigli-per-rendere-l-estate-una-diffusa-spa-naturale.html


04 PaperArt Delitti Marx

Il concetto di “ombra” di C. G. Jung chiarisce che tutti noi abbiamo parti inconsce, parti che trascuriamo e neghiamo. Tendiamo a identificarci con le parti socialmente desiderabili e cerchiamo di evitare il lato oscuro.


05 PaperArt Maschio

Nella forma del libro fotografico come supporto materiale (ma liberamente visionabile sul web), Philip Toledano commenta l'esperienza dell'essere inaspettatamente padre. Attraverso una formula diaristico - narrativa dove, più o meno cronologicamente, questo padre riluttante diviene sempre più consapevolmente genitore tra visioni e annotazioni. Il mezzo è quello "semplice" della fotografia reportagistica condita con autoironia e sarcasmo.

Philip Toledano
www.thereluctantfather.com

La funzione paterna e la funzione materna nello sviluppo psico-fisico dei cuccioli di Sapiens rappresentano un tema complesso, che è cambiato nel corso dello sviluppo delle nostre società e cambia e cambierà certamente.

Per approfondire: https://www.psicologococo.it/articoli/etnopsichiatria/la-funzione-materna-e-paterna-nella-postmodernita.html


06 PaperArt umanitàDigitale

In un bellissimo articolo su Sergio Toppi, che troverete interamente consultabile QUI, vengono descritti 9 elementi che caratterizzano il lavoro del disegnatore. Riporterò questi elementi nell'articolo, corredando il tutto con immagini, descrivendo come e in che modo possiamo considerarli elementi fondamentali anche per descrivere la psicoterapia della Gestalt: https://www.psicologococo.it/articoli/arte-e-psiche/la-psicoterapia-della-gestalt-un-racconto-per-immagini.html


07 PaperArt XL ALG

Il paradigma fondamentale della ricerca di Leroi-Gourhan affermava una percezione globale dei fenomeni umani. Secondo quanto affermava lui stesso, qualsiasi ricerca deve concentrarsi sulla totalità delle manifestazioni umane, nella loro natura antropologica, nelle loro attività corporali e mentali, nelle loro produzioni orali e materiali, per tutta l'ampiezza del loro habitat (sincronia) e per la loro profondità cronologica (diacronía).

Un tassello FONDAMENTALE che fornisce un supporto storico - culturale - evoluzionistico su tutta la psicologia e la clinica che si occupa delle relazioni umane; in particolare nell'ambito definito "Etnopsichiatrico" o "Etnoclinico".

Altri contributi qui: https://www.psicologococo.it/articoli/etnopsichiatria/aracneide-tra-etnopsi-e-cultura.html

e qui: https://www.psicologococo.it/articoli/etnopsichiatria/on-vient-tous-d-ailleurs-il-lavoro-psicologico-clinico-con-le-migrazioni.html

Nella società post-moderna il concetto di "presenza", sentimenti di appartenenza e legami relazionali costituiscono lo sfondo dell'intervento psicoterapeutico.

Articoli più letti